Election Day e fondi per l’Abruzzo

Ci sono varie iniziative in corso (Unità, LaVoce.info) per creare un Election Day e utilizzare per l’emergenza Abruzzo i risparmi derivanti dal non avere una scadenza elettorale dedicata al Referendum

http://petizioni.unita.it/redazioneonline/terremotoreferendum_30.shtml

http://www.lavoce.info/articoli/-300parole/pagina1001049.html

Emergenza Abruzzo: per chi intende fare una donazione

 

tratto da http://www.partitodemocratico.it/dettaglio/75811/Con%20la%20Caritas%20per%20le%20vittime%20del%20terremoto%20in%20Abruzzo :

Per sostenere gli interventi in corso (causale “Terremoto Abruzzo”) si possono inviare offerte a Caritas italiana tramite il conto corrente postale 347013 o tramite Unicredit Banca Roma (Iban IT38 K03002 05206 000401120727).

Offerte sono possibili anche tramite altri canali, tra cui:
Intesa Sanpaolo (filiale di via Aurelia 796, Roma – Iban: IT19 W030 6905 0921 0000 0000 012),
Allianz Bank (filiale di via San Claudio 82, Roma – Iban: IT26 F035 8903 2003 0157 0306 097),
Banca Popolare Etica (filiale di via Parigi 17, Roma – Iban: IT29 U050 1803 2000 0000 0011 113) e CartaSi e Diners telefonando a Caritas Italiana (06 66177001).

Da stamattina è attivo uno speciale nella home-page del sito www.partitodemocratico.it

 

Riportiamo la dichiarazione di Dario Franceschini: ‘Il Partito Democratico esprime il suo dolore per le tante vittime, la sua vicinanza e la sua fattiva solidarietà alle popolazioni abruzzesi tragicamente colpite dal sisma. In tutta Italia il Pd è pronto a mobilitarsi, in coordinamento con le richieste che dovessero venire dalle autorità, per gli aiuti alle popolazioni così duramente colpite dal sisma. Il Partito democratico ha gia’ messo a disposizione della protezione civile, delle amministrazioni locali colpite, del governo, le proprie sedi e strutture, la disponibilita’ dei propri militanti come volontari secondo le richieste e le indicazioni che verranno dalle autorita’ competenti. Invitiamo a sostenere la raccolta di fondi che la Caritas sta organizzando.’

Riunione PD Parigi del 7 aprile

la prossima riunione del PD Parigi si terrà il martedi 7 aprile alle ore 20,00 presso la sede ACLI in rue C. Tillier al n°28.
Ordine del giorno:

1. elezioni europee: campagna elettorale e presenza candidati
2. assemblea dei circoli del 21 marzo: resoconto e prospettive
3. rete dei circoli
4. iniziativa su testamento biologico (Ignazio Marino, Gianni Cuperlo, Maurizio Mori, Beppino Englaro, Chiara Lalli)
5. presentazione proposte di legge e misure sulla ricerca
6. scuola europea del PD
7. calendario di aprile e maggio
8. varie ed eventuali

vista l’importanza dei punti all’ordine del giorno e vista la necessità di darsi un’organizzazione in vista dei prossimi appuntamenti elettorali speriamo di vedervi numerosi.
Si ringraziano le Acli per la disponibilità e l’ospitalità

Commenti sull’incontro del 28

Sabato 28 marzo a Parigi: Cuperlo, Scalfarotto e Civati. E una sala piena di italiani, francesi, e tante domande.Da subito mi son resa conto di essere stata un po’ esigente con gli ospiti, ma la loro curiosità e apertura mi ha ripagato.
Cuperlo è stato bravissimo, ha ricostruito la nascita del PD e la sua breve storia con la lucidità di chi per questo progetto ha dato molto di più di altri. E con una riflessione molto più profonda di quella alla quale siamo abituati. Ci ha fatto riflettere sulla ricerca di un’identità che non sia semplicemente la somma delle differenze dei percorsi e delle sensibilità.
Scalfarotto è proiettato al domani, la sua energia e la sua novità sono contagiose ed è capace di intrevvedere strade nuove, del tutto inedite e per questo moderne e attraenti. E Civati, che è un conoscitore delle dinamiche locali, provenendo da un territorio pieno di sfide come la Brianza, ha una serie di definizioni che calzano con una lettura un po’ smagata e maligna delle dinamiche interne al partito. Ma tutto l’incontro è stato all’insegna della critica costruttiva.
Gianni Cuperlo ha usato una bella immagine: abbiamo un’autostrada davanti a noi: di innovazioni da fare, di rivoluzioni da compiere, di miglioramenti da apportare. Strada che solo la sinistra può intraprendere. Si è parlato molto di diritti, della scuola estiva che vorremmo organizzare a Parigi e per la quale sono disposti a darci una mano (che diventerà piuttosto autunnale visti i tempi), di europee e di liste, di persone e di valori. E una cosa che è venuta fuori bene è che il valore del PD non può stare solo nella diversità delle persone che lo compongono, a questo deve seguire una chiarezza nelle decisioni e nelle posizioni. Questo è quello che poi la sala ha chiesto. Oltre a una discussione vera sulle mozioni in vista del congresso. E abbiamo anche lanciato una proposta concreta: fare una lista delle priorità per arrivare al congresso con proposte concrete e costruire le mozioni sulla base delle cose sulle quali abbiamo posizioni diverse, e non rimettere in discussione le cose sulle quali siamo d’accordo.
Spero che presto avremo occasione di proseguire.

Grazie,

Beatrice Biagini

Alcuni commenti sull’incontro (e vi invitiamo ad aggiungere i vostri mettendo un commento a questo post)

Dal blog di Pippo Civati: http://civati.splinder.com/post/20209139#20209139

(con commenti di alcuni dei partecipanti)

Dal blog di Mattia Cazzaniga: http://mattiacarzaniga.wordpress.com/2009/03/30/serve-poco-anche-a-parigi/

Dal blog de I mille http://www.imille.org/2009/04/il-partito-pensante/