Primarie all’estero: che fine ha fatto il voto online? Garantire la massima apertura per gli Italiani nel mondo.

Ad una settimana dalle primarie del PD chiediamo sia finalmente chiarito il diritto di voto online per gli Italiani all’estero, come annunciato – senza conferme precise né indicazioni sulle modalità – qualche giorno fa. Le primarie devono essere il biglietto da visita per un partito aperto, trasparente e vicino alle comunità sul territorio. Per gli Italiani nel mondo il voto online è un mezzo fondamentale di partecipazione e vicinanza al destino dell’Italia, soprattutto per tanti giovani di nuova emigrazione in Paesi e città dove il PD non è ancora presente.

E’ altrettanto fondamentale ribadire pubblicamente la massima apertura e l’ammissione ai seggi allestiti all’estero per tutti i nostri connazionali presenti all’estero domenica prossima, indipendentemente dall’iscrizione AIRE o dalla residenza abituale: è solo dalla partecipazione che può avviarsi un vero rinnovamento e un nuovo radicamento del PD tra le comunità italiane nel mondo.

PD Bruxelles – Francesco Cerasani

PD Londra – Roberto Stasi

PD Parigi – Massimiliano Picciani

PD Lussemburgo – Stefano Vaccaro

PD Ginevra – Giovanni Tinella

PD Lione-Grenoble – Daniele Santarelli

 

 

 

 

2 pensieri su “Primarie all’estero: che fine ha fatto il voto online? Garantire la massima apertura per gli Italiani nel mondo.

  1. Pingback: Si! Puo! Fare! | Siberiani per Civati

Rispondi a Mario Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...