Riunione di Circolo – domenica 15 gennaio ore 18h

Care democratiche, cari democratici,

Riprendiamo le attività del Circolo PD Parigi, augurandovi in primo luogo un felice e sereno Anno Nuovo.

Il 2017 vedrà scadenze politiche decisive, già a maggio con le presidenziali qui in Francia, Paese nel quale viviamo, e poi in autunno con le elezioni politiche in Germania, oltre alle possibili elezioni anticipate in Italia e al congresso del nostro Partito. In vista di questi appuntamenti invitiamo tutti i nostri simpatizzanti a mobilitarsi ad essere presenti con il nostro Circolo, per partecipare ed apportare con forza le nostre idee.

Vi diamo intanto appuntamento per domenica 15 gennaio alle ore 18h presso la sede ACLI – 28, rue Claude Tillier per la nostra prima riunione di Circolo.
Affronteremo i temi seguenti:
– proposte di attività del Circolo per il 2017
– primaires citoyennes e campagna presidenziale francesi
– discussione sulla situazione politica italiana dopo il referendum
A conclusione della riunione, terremo un brindisi per scambiarci gli auguri per il nuovo anno. Siete tutti invitati!

Vi ricordiamo infine che il 22 e il 29 gennaio si terranno le Primaires citoyennes per la scelta del candidato alla presidenza della Repubblica francese della “Belle Alliance Populaire”, coalizione composta dal Parti Socialiste e i suoi alleati. Invitiamo tutti i nostri simpatizzanti di nazionalità francese a partecipare a questo importante appuntamento della vita politica francese. 

A domenica prossima,

la segreteria del Circolo PD Parigi

Riforme, Europa, integrazione: incontro con on. Silvia COSTA e viceministro agli Esteri Mario GIRO – domenica 20/11

Care democratiche, cari democratici,

domenica 20 novembre, alle 16h30 presso la sede ACLI, 28 rue Claude Tillier il Circolo PD Parigi, in collaborazione con ACLI France e i Comitati per il Sì Parigi, organizza un incontro sul tema

“Riforma costituzionale, Europa, integrazione”

dopo i saluti del segretario di Circolo Massimiliano Picciani, interverranno
– on. Mario GIRO, viceministro agli Affari esteri e alla Cooperazione internazionale
– on. Silvia COSTA, europarlamentare PD e presidente della Commissione cultura e istruzione del Parlamento europeo
– Matteo BRACCIALI, responsabile dip. internazionale ACLI

Discuteremo delle ragioni della prossima riforma costituzionale nel contesto più ampio della sfida ai populismi, in Europa e nel mondo.

Vi aspettiamo numerosi!

La segreteria del Circolo PD Parigi

Referendum sulla riforma costituzionale: incontri informativi

In vista del referendum del 4 dicembre sulla riforma costituzionale, il circolo PD Parigi sta organizzando una serie di incontri di informazione, confronto e dibattito.
Il prossimo è previsto venerdì 11 novembre, alle ore 18h30, presso la sede ACLI di Parigi (28 rue Tillier, 75012con il prof. Stefano CECCANTI, già senatore PD e professore di diritto costituzionale (Univ. di Roma “La Sapienza”) presso la sede ACLI di Parigi, 28 rue Tillier, 75012.
Speriamo di vedervi numerosi nonostante il giorno festivo.

Questo appuntamento è organizzato in collaborazione con i Comitati per il Si di Parigi, così come avvenuto per due precedenti appuntamenti, che ricordiamo qui di séguito:

> lunedì 12 settembre, presso l’Université Paris 1 La Sorbonne,  abbiamo incontrato Sandro GOZI, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri con delega agli affari europei.
> domenica 16 ottobre, ore 17h30, presso la sede nazionale del Parti Socialiste, abbiamo incontrato  Gianni PITTELLA, capogruppo S&D nel Parlamento europeo, sul tema “Riforma costituzionale: un Sì per l’Europa”

Per conforntarci con le ragioni critiche nei confronti della riforma, mercoledì 12 ottobre, presso l’Université Paris 1 La Sorbonne,  abbiamo incontrato il prof. Giancarlo ROLLA, professore di diritto costituzionale (Univ. di Genova) e firmatario dell'”Appello dei 56 costituzionalisti” contro la riforma costituzionale.

Riunione di Circolo con On. LAFORGIA – 2 ottobre ore 17h30

Care democratiche, cari democratici,

domenica 2 ottobre, alle ore 17h30 presso la sede ACLI – 28 rue Claude Tillier, Paris 12eme terremo la prossima riunione di Circolo e dell’Associazione Democratici Parigi, che affronterà i punti seguenti:
> rinnovo della carica di tesoriere del Circolo e dell’ADP
> relazione del segretario sull’Assemblea dei Circoli europei del PD
A partire dalle ore 18h avremo invece un incontro con l’On. Francesco LAFORGIA (PD), sull’attualità politica italiana ed europea e in particolare sui temi economia, sviluppo, lavoro e investimenti. 

Referendum costituzionale: come votare dall’estero

Sei iscritta/iscritto all’AIRE?

  • SE VUOI VOTARE DALL’ESTERO devi solo assicurarti che il Consolato abbia il tuo indirizzo corretto per spedirti il plico elettorale. In questo caso, un paio di settimane prima del voto riceverai a casa tutto l’occorrente per votare per posta.
  • SE INVECE VUOI VOTARE IN ITALIA devi comunicare la tua intenzione al tuo Consolato appena il referendum viene indetto (hai solo dieci giorni!). E’ sufficiente una domanda in carta libera, specificando:
    – Nome e Cognome,
    – Luogo e Data di nascita,
    – Luogo di residenza,
    – Comune italiano di iscrizione AIRE,
    – Fotocopia documento di identità,
    – Data e Firma.
  • La domanda può essere consegnata a mano (anche da persona diversa), oppure inviata per email, posta, fax al Consolato e vale per una sola votazione. Puoi trovare gli indirizzi email e postali dei consolati su: http://www.esteri.it/mae/it/italiani_nel_mondo/serviziconsolari
  • IMPORTANTE: occorre compilare una domanda per ciascun elettore.
  • IMPORTANTE: occorre indicare per quale referendum si chiede di votare in Italia.
  • IMPORTANTE: da quando viene fissata la data del referendum si hanno solo dieci giorni per presentare la domanda.

2. Vivi all’estero ma non sei iscritta/iscritto all’AIRE?

  • DA QUEST’ANNO ANCHE TU PUOI VOTARE DALL’ESTERO PER POSTA! La nuova disciplina elettorale ha stabilito che anche i cittadini temporaneamente all’estero per almeno tre mesi per motivi di lavoro, studio o cure mediche, e chi vive con loro, possono votare dall’estero per posta. Tale disposizione è già in vigore per i referendum. Tutto ciò che devi fare è comunicare la tua intenzione al tuo Comune in Italia appena il referendum viene indetto (hai solo dieci giorni!), e un paio di settimane prima del voto riceverai a casa il plico elettorale, con tutto l’occorrente per votare per posta.
  • ECCO COME FARE: basta una domanda in carta libera, “ai sensi degli articoli 46 e 47 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, consapevole delle conseguenze penali in caso di dichiarazioni mendaci”, specificando:
    – Nome e Cognome,
    – Luogo e Data di nascita,
    – Luogo di residenza,
    – Consolato competente,
    – Indirizzo postale estero dove ti dovrà essere spedito il plico elettorale,
    – Fotocopia documento di identità,
    – Dichiarare di trovarsi all’estero per almeno tre mesi per motivi di lavoro, studio o cure mediche, o di essere un familiare convivente di un elettore in tali condizioni,
    – Data e Firma.
  • La domanda può essere consegnata a mano (anche da persona diversa), o inviata per email, posta, fax al Comune, e vale per una sola votazione. Indirizzi email e postali dei comuni italiani su: http://www.indicepa.gov.it
  • IMPORTANTE: occorre compilare una domanda per ciascun elettore.
  • IMPORTANTE: occorre indicare per quale referendum si chiede di votare all’estero.
  • IMPORTANTE: da quando viene fissata la data del referendum si hanno solo dieci giorni per presentare la domanda.

Lettera Circolo PD Parigi su maggiore sostegno ai servizi consolari

Il Circolo PD Parigi ha scritto questa lettera_servizi_consolari PD Parigi ai parlamentari PD eletti in Europa – il Sen. Claudio Micheloni e gli On. Gianni Farina, Laura Garavini, Alessio Tacconi – per informarli  delle difficoltà che riscontrano molti nostri connazionali con i servizi consolari locali.
Nonostante lo sforzo encomiabile del Console e dei funzionari del nostro Consolato, l’aumento continuo di Italiani che scelgono di venire a vivere a Parigi impone un aumento dei fondi al nostro Consolato e una maggiore flessibilità di gestione di fondi e personale, per garantire ai nostri connazionali servizi migliori e di più facile accesso.
Sappiamo di non essere l’unica circoscrizione consolare in questa situazione e che chiedere l’aumento di fondi (o la loro riallocazione) per i servizi consolari significa fare una battaglia difficile in questi anni di spending review, ma riteniamo doveroso segnalare la  situazione e sollecitare l’intervento dei nostri eletti in Parlamento, nell’interesse della nostra comunità.

Riunione di Circolo – mercoledì 1 giugno 19h30

Care tutte, cari tutti,

vi invitiamo  mercoledì 1 giugno, alle ore 19h30 presso la sede ACLI – 28 rue Claude Tillier alla prossima riunione del Circolo PD Parigi. Affronteremo molti temi:
> servizi per i cittadini italiani all’estero (consolati, patronati, Comites)
> attività per la campagna referendaria sulla riforma costituzionale
> attualità politica italiana e francese, in particolare sulla legge di riforma del lavoro
e lanceremo inoltre il tesseramento 2016.

La Génération Erasmus au pouvoir. Pour faire quoi ? – 2 mai 18h30

A l’occasion de la sortie de son livre “Génération Erasmus, Ils sont déjà au pouvoir” (Plon, 2016), Lundi 2 mai de 18h30 à 20h00 la Maison de l’Europe de Paris recevra Sandro GOZI, secrétaire d’Etat italien aux Affaires européennes.

“Secrétaire d’État italien chargé des affaires européennes, Sandro Gozi nous raconte les six mois de la présidence de l’Italie au Conseil de l’Europe et met en lumière un changement important : l’arrivée d’une nouvelle génération de dirigeants, anciens Erasmus comme lui, qui renouvellent les perspectives d’avenir pour l’Union.”

Avec la participation de Sandro GOZI, secrétaire d’Etat italien aux Affaires européennes,  Viola RIDOLFI, Sara VILLA et Max VISKANIC, étudiants Erasmus.

Le débat sera ouvert par Catherine LALUMIERE, présidente, Maison de l’Europe de Paris et animé par François LAFOND, enseignant, Sciences Po/Comité éditorial de Volta.

 

Conférence gratuite et ouverte à tous sur inscription obligatoire