Riunione di Circolo e assemblea annuale Association Democratici Parigi

Care tutte, cari tutti,

Sabato 10 giugno, alle ore 16h presso la sede ACLI – 28 rue Claude Tillier, Paris 12e, terremo la prossima riunione di Circolo, insieme con l’Assemblea annuale dell’Association Democratici Parigi.

Affronteremo i temi seguenti:
> rapporto morale del presidente sulle attività dell’ADP nel 2016
> approvazione del bilancio ADP per il 2016
> comunicazioni del segretario e dei delegati sull’Assemblea nazionale PD e Assemblea estero PD
> discussione sui temi di attualità politica italiana ed europea.

Vi aspettiamo numerosi!

La segreteria del Circolo PD Parigi

Primarie 30 aprile: VOTO ON-LINE

E’ stato attivato da oggi la possibilità di votare on-line per le prossime primarie: per votare è necessario effettuare una pre-registrazione entro le 23:59 (ora italiana) del 28 aprile seguendo il link https://www.primariepd2017.it/chi-vota/ e cliccare su “Voto telematico dall’estero”.

Sarà possibile esprimere il proprio voto dalle ore 00:00 alle ore 23:59 (ora italiana) di domenica 30 aprile.
Durante la procedura di pre-registrazione, verranno richieste le seguenti informazioni:
- dati anagrafici;
- numero di telefono cellulare;
- indirizzo email;
- scansione di un documento italiano valido (passaporto o carta di identità) completo di foto identificativa (in JPG o PDF).
A seguito della pre-registrazione, una volta certificata l’identità della persona, verrà inviato all’utente un codice segreto (password) che, insieme alla propria email, servirà per accedere, nel periodo di apertura del seggio online, alla sezione in cui sarà possibile esprimere il proprio voto.
A certificazione avvenuta, verrà inoltre richiesto un versamento pari a 4€ come contributo alle spese di gestione, da effettuare tramite la piattaforma Paypal. Per garantire la sicurezza delle operazioni di voto e l’unicità dello stesso, non sarà possibile versare il contributo richiesto per più di una persona con lo stesso conto Paypal.
Durante tutta la giornata del 30 aprile (ora italiana), sarà possibile accedere, una volta effettuato il login, alla pagina di voto in cui comparirà il fac-simile della scheda in cui si potrà effettuare la propria scelta.

Viva il 25 aprile

25aprileViva il 25 aprile. Qualcuno in questi giorni mi ha chiesto: davvero è la festa di tutti? A questo domanda ho risposto così : è la festa di coloro che si riconoscono in una storia, quella dell’alleanza tra forze diverse (comunisti, socialisti, cattolici, azionisti, liberali, persino alcuni monarchici) per una comune battaglia contro il nazifascismo, in favore della nascita di una Costituzione, di una democrazia. Che certo ha avuto e ha mille difetti. Come capita alle democrazie. (Mentre i regimi autoritari hanno un tratto comune: la pretesa di essere perfetti). Io, personalmente, mi riconosco in questa storia e sono grato e sempre lo sarò a chi ha lottato, rischiando e spesso perdendo la vita, contro chi deportava gli ebrei in campo di concentramento, a chi mi ha permesso di nascere in un paese libero e democratico, dove mai in vita mia ho avuto timore o reticenza ad esprimere le mie idee, giuste o sbagliate, e sempre ho potuto ascoltare quelle degli altri.

Non so se è la festa di tutti. Ma per me è una festa. Viva il 25 aprile.

Maurizio Puppo

Primarie PD del 30 aprile: seggi a Parigi e in Francia

Anche a Parigi e in Francia sarà possibile partecipare alle primarie aperte per l’elezione del segretario e dell’Assemblea nazionale del Partito Democratico di domenica 30 aprile. Queste le informazioni sui seggi:

PARIGI: 
Seggio 1: sede ACLI, 28 rue Claude Tillier, Paris 12ème, dalle 10h alle 20h 
Seggio 2: Section Parti Socialiste, 16 rue Visconti, Paris 6ème, dalle 10h alle 18h 
Seggio 3: cortile casa Puppo, 32 rue d’Orsel, Paris 18ème, dalle 10h alle 18h

GRENOBLE :
Sede Parti Socialiste Fédération Isère, 31 rue Nicholas Chorier, Grenoble, dalle 10h alle 18h

LIONE:
Sede ACLI, 82 rue du Dauphiné, Lione, dalle 10h alle 16h

Ricordiamo che hanno diritto di voto presso i seggi previsti all’estero le persone, dai 16 anni compiuti, con le seguenti caratteristiche:
1) cittadini italiani residenti all’estero in maniera permanente o temporanea, iscritti o non iscritti all’AIRE, muniti di documento di identità italiano valido;
2) cittadini italiani residenti in Italia occasionalmente all’estero (per vacanza, lavoro, etc), muniti di documento di identità italiano valido;
3)  cittadine e cittadini dell’Unione europea residenti in Italia, cittadine e cittadini di altri Paesi residenti in Italia e in possesso di permesso di soggiorno.
Non sono quindi ammessi al voto cittadini stranieri (non italiani) non residenti in Italia.
Non è necessaria alcuna pre-registrazione per poter votare presso i seggi all’estero.

Per i parigini, a fine giornata poi ci ritroveremo tutti al seggio 1 – sede Acli per la proclamazione dei risultati delle primarie in Francia, seguire lo spoglio nazionale e fare un aperitivo tutti insieme.

Congresso di Circolo PD Parigi : risultati

Care tutte, cari tutti,

Eccovi i risultati delle primarie del nostro circolo PD Parigi, tenute oggi (25 marzo 2017):
40 votanti (57 sono gli iscritti);

24 voti per Orlando (60%),

14 per Renzi (35%),

2 per Emiliano (5%).

Il voto è stato preceduto da una bella presentazione delle mozioni, e poi da un’animata, e altrettanto interessante, discussione.  Grazie a tutti!

Verso il Congresso 2017

Care tutte, cari tutti,la prossima riunione del Circolo PD Parigi è rimandata a mercoledì 15 marzo, ore 19h30 sempre presso le ACLI – 28, rue Claude Tillier.

Come già annunciato, affronteremo temi dell’attualità politica italiana – in particolare il PD verso il Congresso 2017: modalità congressuali, candidature in campo, e prospettive politiche dopo l’ultima Assemblea nazionale – e francese, analizzando la campagna in corso per le elezioni presidenziali e lo scenario politico a sinistra.

Confermiamo invece gli appuntamenti seguenti in vista del Congresso 2017 del Partito Democratico per l’elezione del segretario nazionalei :

Sabato 25 marzo dalle ore 15 sempre presso le ACLI – 28, rue Claude Tillier ci sarà invece il CONGRESSO DI CIRCOLO, ossia il voto degli iscritti per la scelta del segretario nazionale del Partito Democratico. Tutti possono assistere alla discussione delle mozioni congressuali; potranno tuttavia votare solo coloro che sono già iscritti al Partito Democratico.

Infine, domenica 30 aprile si terranno le PRIMARIE APERTE per la scelta del segretario nazionale del PD: possono votare tutti i cittadini italiani che si dichiarino elettori del Partito Democratico (non è necessario essere iscritti al partito). Vi informeremo prossimamente su orario e distribuzione dei seggi elettorali.

Vi aspettiamo numerosi!

La segreteria del Circolo PD Parigi

PS cogliamo l’occasione di questa newsletter per segnalarvi anche alcuni appuntamenti ricreativi:Mercoledì 8 marzo, alle 19h30 presso la sede ACLI di rue Claude Tillier, Festa della Donna – serata con “Suffragette”

Sabato 18 marzo, dalle ore 14h, presso Le Moulin – 21 Bis Rue d’Armaille 75017, Torneo di briscola “Gino Bramieri”

Incontro con Daniele VIOTTI, eurodeputato PD: le sfide della sinistra in Europa

Care democratiche, cari democratici,

Vi invitiamo giovedì 16 febbraio alle ore 19h30 presso la Fédération de Paris du PS – 32 rue Alexandre Dumas, Paris 11ème all’incontro sul tema

Le sfide per la sinistra, in Europa e in Italia

con Daniele VIOTTI, europarlamentare PD e membro del gruppo Socialists&Democrats al Parlamento europeo.

Affronteremo con lui – oltre che i temi del suo impegno quotidiano di parlamentare europeo del gruppo S&D e l’attività politica dei socialisti europei – i principali nodi nella situazione del PSE e della sinistra in Europa e in Italia.

Inoltre, affronteremo con particolare attenzione la situazione politica francese in vista delle prossime elezioni presidenziali, con le sue contraddizioni e divisioni nel campo progressista, e le sue possibilità di ricomposizione.

A presto,

la segreteria del Circolo PD Parigi

Présidentielles 2017 : notre soutien à Benoît Hamon

La large victoire de Benoît Hamon aux primaires citoyennes de la Belle Alliance Populaire dimanche dernier en fait le candidat de la gauche socialiste, radicale et écologiste aux prochaines élections présidentielles.

Comme section du Parti Démocrate italien à Paris, nous nous félicitons avec nos amis et camarades socialistes pour la belle réussite de ces primaires, et nous assurons à Benoît Hamon notre plus fort soutien. Ainsi, nous invitons tous nos inscrits et sympathisants de nationalité française à s’engager dans la prochaine campagne électorale, pour assurer à la gauche rassemblée les meilleures chances de victoire.

Bon courage, Benoît!

—————

La larga vittoria di Benoît Hamon alle primarie della Belle Alliance Populaire di domenica scorsa fa di lui il candidato di socialisti, radicali ed ecologisti alle prossime elezioni presidenziali francesi.

Come Circolo PD Parigi ci congratuliamo con gli amici e compagni socialisti per la buona riuscita di queste primarie, ed esprimiamo a Benoît Hamon il nostro più forte sostegno. Invitiamo quindi tutti i nostri iscritti e simpatizzanti di nazionalità francese a impegnarsi nella prossima campagna elettorale, per assicurare alla sinistra le migliori possibilità di vittoria.

Lettera al Segretario del PD e alla futura segreteria nazionale

Caro Segretario, cari amici e compagni della futura segreteria nazionale,

Dopo il referendum costituzionale del 4 dicembre, una nuova fase si è aperta per il Paese. Ma una cosa rimane: il ruolo chiave del PD. Nato da diverse e molteplici sensibilità politiche e culturali, il PD deve restare tale. Ricco di forti personalità capaci di agire su base comune verso obiettivi comuni, il PD deve conservare questa sua ricchezza di organismo politico collettivo. Radicato sugli ideali di giustizia e libertà del nostro popolo e dell’Unione Europea, il PD deve vivere ed operare con il popolo, non come parte di un “establishment” italiano ed europeo.

Ecco perché vogliamo con questa lettera assicurare il nostro sostegno alla futura segreteria nazionale PD, che si accinge ad attuare i cambiamenti necessari a ripartire ma necessariamente aprendosi ad integrare tutte le componenti come organismo collettivo di governo del partito. Fra questi, tre ci paiono cruciali per raccogliere la sfida che gli elettori ci hanno proposto.

Il primo è riagganciare il partito alla gente. Questo legame esiste, è sempre esistito, ed è fatto in primo luogo da circoli e iscritti, risorse uniche. Dobbiamo valorizzarle, dando loro maggiore ascolto ma anche chiedendo una partecipazione più attiva. Non solo alla comprensione del territorio, ma anche all’elaborazione della linea. Sono le proposte sulla forma partito avanzate dai circoli europei, dopo un lavoro di mesi.

Il secondo cambiamento nasce da un problema di fondo: malgrado un miglioramento del quadro macroeconomico anche grazie alle riforme di questa legislatura, disoccupazione e impoverimento sono rimasti nella quotidianità di milioni di Italiani. Dal loro punto di vista, il Governo e i partiti che lo hanno sostenuto hanno fallito la loro missione. Non possiamo che ammetterlo e quindi abbandonare con una sincera autocritica una narrazione falsamente ottimistica della realtà, su cui peraltro agiscono tantissimi elementi negativi passati e presenti che permangono e restano decisivi per spiegarne la durezza.

Questo disagio, nato da anni di crisi e disuguaglianze rampanti, è la benzina del populismo, ed ha contribuito alle sue eclatanti vittorie, perfino negli Stati Uniti, tornati a tassi di crescita e occupazione che noi neanche ce li sogniamo. È ormai evidente che nessun governo, a maggior ragione se di sinistra, può più permettersi di trascurare questo problema e sopravvivere ai populismi.

Riconoscendo che occorre creare la ricchezza prima di spartirla, e incoraggiando ogni riforma che produca crescita ed occupazione entro ragionevoli vincoli di bilancio, auspichiamo quindi che il PD intervenga con decisione sulla disuguaglianza con politiche redistributive efficaci.

Il terzo cambiamento indispensabile è migliorare qualità della nostra classe dirigente. Le nostre ultime disavventure nella pubblica amministrazione ci sono costate care. Ma quelle del Movimento 5 stelle mostrano che possiamo batterli selezionando sistematicamente amministratori competenti, irreprensibili, innamorati del Paese. Siamo convinti che nel PD i candidati non manchino e che devono essere cercati dalla base del partito e non co-optati dal vertice solitario della segreteria.

Buon lavoro,

il Circolo PD Parigi