Ustica raconté aux Français

Essere un circolo politico all’estero significa anche cercare di incidere sulla realtà locale aiutando i non italiani a capire meglio la nostra storia. Soprattutto quando potrebbero essere implicati e non lo sanno. E’ il caso della Strage di Ustica, ferita ancora aperta e dolorante per noi, nonostante (o forse in ragione de) i 33 anni passati, episodio quasi sconosciuto per i Francesi. Eppure le ultime indagini, aperte dalle affermazioni dell’ex Presidente della Repubblica Cossiga raccolte nel documentario “Sopra e sotto il tavolo”, raccontano di un aereo militare francese che colpisce l’Itavia facendolo precipitare con i nostri 81 connazionali.

Uniamo quindi le nostre forze a quelle dell’associazione di Musica Italiana diretta da Rambaldo degli Azzoni Avogadro e dell’ANPI di Parigi, organizzatori di questi eventi, per invitarvi a:

> un dibattito coi protagonisti di questi 33 anni di ricerca della verità: Daria Bonfietti, presidente dell’associazione delle vittime di Ustica, nonché ex senatore DS; Rosario Priore, giudice che ha seguito i processi riguardanti la strage, Andrea Purgatori, giornalista che ispiro’ il Muro di Gomma. Giovedi’ 28 novembre alle ore 20 presso la Maison d’Italie

> DUE REPLICHE dello spettacolo musicale “Le Dernier Vol” di Pippo Pollina, presso l’espace Jemmapes: info e vendita biglietti qui: http://www.musicaitaliana.fr/

> un incontro nel Liceo Honoré de Balzac con gli studenti, i docenti, le associazioni dei genitori (ma aperto a tutti) con gli stessi protagonisti del dibattito del 28 novembre. Si terrà sabato 30 novembre alle ore 10h30 presso il Liceo Honoré de Balzac.

Tutte le informazioni dettagliate si trovano in questo volantino, realizzato dal nostro iscritto Raffaello Ferone, che vi invitiamo a stampare e diffondere con ogni mezzo:

flyer_fronte_SCD

 

flyer_retro_SCD

8 militanti cominciano oggi il digiuno a staffetta #noporcellum con l’On. Roberto Giachetti

L’onorevole Roberto Giachetti è oggi al suo quarantesimo giorno di sciopero della fame. La sua mozione per un ritorno al Mattarellum è stata bocciata 170 giorni fa. Di fronte ad un dibattito che si infervora tra le mozioni in vista delle primarie dell’8 dicembre, che speriamo molto partecipate, alcuni militanti del circolo del PD di Parigi vogliono ricordarsi e ricordare con forza che occorre non perdere di vista cio’ che è primordiale e più urgente: una legge elettorale che rispetti gli elettori. Non sono le proposte che mancano, come noi stessi possiamo testimoniare avendo una nostra proposta di circolo, ma la volontà. Con questo gesto antico e nonviolento, il digiuno, vogliamo far sentire la nostra voce, e insieme sostenere l’Onorevole Roberto Giachetti nella sua iniziativa.