Non c’é limite al peggio in termini di populismo

La catastrofe del ponte autostradale di Genova lascia tutti sgomenti anzitutto pensando alle vittime, e in secondo luogo vedendo il disastro della città spezzata in due parti con effetti tremendi per la Liguria e tutte le regioni vicine. Ci sono senz’altro delle responsabilità tecniche, amministrative, e anche politiche, ma non si arriva con analisi sommarie a comprendere il « perché » ed il « perché adesso », ed a stabilire equamente quali esse sono e di chi sono.

Invece i dirigenti del governo attuale e dei partiti al potere si mostrano in un crescendo di parole da recita teatrale, per pavoneggiarsi sui media attribuendosi ciascuno il ruolo protagonista del falso uomo d’azione dal « pugno di ferro » con annunci del tutto insignificanti, dietro cui non c’é alcuna azione reale. E questo lo fanno su tutti i temi più gravi! Purtroppo i populisti riescono molto bene alle elezioni, in Italia e nel mondo: la fanno facile, con gli immigrati, le tasse, i ponti e le strade… Da noi a quanto pare non c’é limite al peggio in fatto di populismo : da Berlusconi a Bossi, a Salvini, a Grillo, a Di Maio, il linguaggio grossolano, superficiale, violento, selvaggio, di questi capi partito eccitati ed eccitatori di folle, in piazza, in TV, sul web, sui giornali, semina odio, pregiudizi, fake news, ma raccoglie voti.

Ne teniamo ben conto, dei voti alle elezioni, ma vogliamo che diventino di segno opposto le prossime volte! Contro questi dirigenti e partiti politici, contro le loro bugie e derive estremiste, il Partito Democratico deve resistere e resisterà con forza e convinzione perché noi siamo nel giusto quando spieghiamo come stanno le cose a chi vuole ascoltarci, con rispetto per tutti, con spirito di verità e con realismo. Noi difendiamo il bilancio dei governi appoggiati dal PD, sia Monti che Letta, Renzi, Gentiloni, perché hanno agito come meglio potevano, con onestà politica e senza illudere la gente, cioé il contrario dei dirigenti citati sopra. Tutta l’Europa é contagiata dal populismo, come anche l’America. Noi combattiamo questa antica malattia che da cent’anni in qua ha creato tanto estremismo e sciagure e guerre nella Storia. E continueremo.

Continueremo senza stancarci mai a seguire la via maestra della partecipazione democratica responsabile ed onesta di chi non si rassegna ad intrupparsi passivamente dietro i leader, sempre più giovani arroganti, improvvisatori, e parolai, dei partiti populisti.

Circolo PD Parigi – ADP Associazione Democratici Parigi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *